Zafferano e caffè.

C'è un momento preciso in cui ti accorgi di essere diventato grande? Esiste un tempo in cui ciò che sei è già diverso che quello che vedi riflesso allo specchio? Sarò in grado di riconoscere quell'istante e di portarlo con me finché potrò ricordarlo? In realtà non so rispondere, e a dire il vero non... Continue Reading →

Il gelato ci vuole.

Una seggiolina all'ombra del pomeriggio senza nessuno intorno, solo verde e aria fresca. Pensare con leggerezza senza soffermarsi su niente in particolare perché questo vento lieve non lascia nulla dietro di se. Girano colori e profumi che riconosco miei e poi un'ape che lavora senza far caso a me. Siamo vicine anche se non vorrei... Continue Reading →

Tutto in una fetta.

Arancione, bella tondetta, caparbia ma poi così soffice. Impossibile pensare che qualcosa di così vicino alla consistenza di una nuvola possa essere prima così forte e austera. Eppure è così.  A volte bisogna saperci fare, saper prendere dal lato giusto delle cose. Il momento è evidentemente importante, così come la compagnia. Capita così che una... Continue Reading →

Aspettare, per esserci.

Il tempo, il mio e degli altri. Come smettere di pensare che non sia eterno? Come accettare che sia già andato? Come esserci e basta? Il fatto è che non lo so o non voglio saperlo fino in fondo. Piano piano, piccoli gesti precisi e misurati, tanta pazienza, curiosità infinita per questa cosa nuova e... Continue Reading →

Abracadabra

La pazienza e la curiosità. Due cose che mi ronzano in testa. La prima per quello che è oggi e la seconda per quello che sarà. A volte è così, è il senso del cambiamento o meglio la voglia di cambiare e di vedere come sarebbe solo se … come sarebbe se con una parolina magica il tempo andasse avanti oppure molto indietro. Forse sarebbe strano oppure sorprendente o magari chissà semplicemente non è il momento adatto per fare questa magia.

Blog su WordPress.com.

Su ↑